Reddito di cittadinanza: dove sono le tanto decantate coperture?

Reddito di cittadinanza: dove sono le tanto decantate coperture?

Per 5 anni ci hanno assicurato che le coperture per il Reddito di cittadinanza c'erano, erano queste ed erano fattibili. E allora, perché oggi chiedono al Ministro Tria di trovare le risorse? Non le avevano già trovate loro? ANALISI ART. 20 PDL “REDDITO DI CITTADINANZA” M5S, A. S. 1148 L’articolo 20 del disegno di legge S. 1148 “Istituzione del reddito di cittadinanza nonché delega al Governo per l'introduzione del salario minimo orario” individua la copertura finanziaria necessaria all’attuazione delle disposizioni del provvedimento, per la quale vengono stimati circa 17 miliardi ... ...continua

Il reddito universale di Macron e le bugie a 5 Stelle

Il reddito universale di Macron e le bugie a 5 Stelle

Da molto tempo, ormai, assistiamo a una discussione confusa relativamente a una riforma fondamentale del nostro sistema di welfare: l’introduzione del reddito minimo. Negli ultimi giorni abbiamo raggiunto l’apice, con una sfilza di commenti surreali sul Piano contro la povertà presentato da Macron, che nessuno in Italia pare si sia curato di leggere. Il reddito minimo: perché in Italia non si è mai proceduto a introdurlo? Per spiegare come siamo arrivati a questo punto, è necessario ripercorrere brevemente le vicende di questa particolare misura di welfare: il reddito minimo è presente i... ...continua

Radio Radicale - Intervista ad Ileana Piazzoni sulle politiche attive del lavoro, la povertà e le intenzioni del nuovo Governo

Intervista a Ileana Piazzoni sulle politiche attive del lavoro, la povertà e le intenzioni del nuovo Governo realizzata da Valeria Manieri con Ileana Piazzoni (già deputata, esperta di tematiche di lavoro e welfare, Partito Democratico). L'intervista è stata registrata venerdì 17 agosto 2018 alle 11:15. Nel corso dell'intervista sono stati trattati i seguenti temi: Conte, Decreti, Governo, Lavoro, Politica, Povertà. ...continua

Orvietosi.it - A Orvieto l’assemblea nazionale di Libertà Eguale. Morando: “Urge radicale ristrutturazione centrosinistra”

Quale futuro per il centrosinistra italiano ed europeo? Dopo la Terza Via ne deve venire una Quarta oppure, più semplicemente, si tratta di chiudere una parentesi e tornare alla Seconda, al vecchio socialismo nazionale e statalista? Questo l’interrogativo di fondo su cui ruoterà l’Assemblea nazionale di Libertà Eguale, che si terrà a Orvieto Sabato 14 e domenica 15 luglio. Libertà Eguale – l’associazione di cultura politica che da vent’anni raccoglie i riformisti liberaldemocratici, socialisti e cattolici democratici – entra così nel vivo del dibattito sulle cause che hanno determinato la scon... ...continua

Anconatoday.it - Reddito di cittadinanza e politiche di reddito minimo, se ne è parlato al convegno di Confprofessioni Marche „Reddito di cittadinanza e politiche di reddito minimo, se ne è parlato al convegno di Confprofessioni Marche“

Reddito di cittadinanza e politiche di reddito minimo: ieri pomeriggio il Consiglio Regionale-Assemblea Legislativa delle Marche ha ospitato il convegno organizzato da Confprofessioni Marche, su temi di stretta attualità politica, su cui occorre fare chiarezza, partendo dai dati e dalle analisi di tre dei massimi esperti che ci sono in Italia, per comprendere anche le potenziali conseguenze su economia, lavoro e mondo libero professionale. Leggi il resto della notizia cliccando qui ...continua

Reddito di inclusione e contrasto alla povertà: registrato il decreto di riparto delle risorse

Reddito di inclusione e contrasto alla povertà: registrato il decreto di riparto delle risorse

Con l’avvenuta registrazione presso la Corte dei Conti si avvicina la data di effettiva disponibilità delle risorse, a carico del Fondo nazionale per la lotta alla povertà e all’esclusione sociale, assegnate tramite il relativo decreto di riparto. Lo rende il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali con una nota pubblicata sul proprio portale istituzionale. Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha reso disponibili, sul proprio portale istituzionale, in data 15 giugno 2018, il decreto di riparto del Fondo nazionale per la lotta alla povertà e all'esclusione sociale, che trasfe... ...continua

REI: linee guida dell'Anci ed adempimenti previsti

Al fine di assicurare omogeneità nei criteri di valutazione, con decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali, su proposta del Comitato per la lotta alla povertà, e previa intesa in sede di Conferenza unificata, sono approvate linee guida per la definizione degli strumenti operativi per la valutazione multidimensionale. Leggi il testo cliccando qui ...continua

Eccessi (da una parte e dall'altra)

Eccessi (da una parte e dall'altra)

Ieri Claudio Riccio, esponente di Sinistra Italiana, ha fatto un tweet in cui diceva che tutti quelli del Pd che avevano applaudito Minniti dovevano tacere e non criticare Salvini&Toninelli. Non ho potuto evitare di replicargli: l'ho trovato davvero emblematico dell'atteggiamento della sinistra radicale. Di fronte a una battaglia dura e impopolare, non solo non si cercano alleati, ma si fa l'esame del sangue della purezza della posizione, senza superare il quale l'aspirante alleato non viene ammesso. Perché l'obiettivo non è vincere la battaglia, ma recintare la propria posizione. Detto questo... ...continua

Tanta stima per Maran

Tanta stima per Maran

Il fatto è che di solito quando un politico (o un cittadino in generale) rifiuta di farsi corrompere, non lo saprà mai nessuno. In fondo è normale che sia così, dovrebbe essere la normalità. Però sarebbe bello che le persone ci prestassero più attenzione, invece di considerare tutti corrotti (salvo poi di solito andarlo a cercare quello corruttibile, perché gli risolva per le vie "brevi" qualche problema). Aggiungo che ammetto di godere un po' anch'io quando un esponente grillino viene indagato / accusato: perché non ne posso più delle generalizzazioni, non dimentico 5 anni di urla e accus... ...continua

L'Altra Europa con Visegrad

L'Altra Europa con Visegrad

Sappiamo tutti che la questione delle migrazioni è stata tra i detonatori di un processo che rischia di portare alla dissoluzione dell'Unione Europea. La devastante guerra in Siria ha posto tutti di fronte alla messa in pratica dei principi di accoglienza che facilmente erano stato inseriti nelle carte e nei documenti, celebrati con grande convinzione, ma evidentemente nella speranza di non doverli attuare mai. L'Italia, la Grecia e tutti i paesi che hanno come principale "frontiera" il mare, sono stati le naturali rive d'approdo di chi fugge dalla guerra, a cui si sono aggiunti quelli che fug... ...continua